Categoria: VIDEO

Moreno Stortini

nato a Bastia Umbra vive attualmente a Roma, funzionario pubblico, interessato da sempre alla musica e da essa condizionato nella vita e nelle scelte. Per lui la musica è poesia, amore per la bellezza, motore della propria vita. Negli anni ’70 il Rock, poi ascolta e legge di Jazz, infine l’America latina, dove vive per un breve periodo e poi frequenta, affascinato dalla musica, dalla storia e dallo studio delle civiltà precoloniali e delle radici africane, indelebili per i popoli delle Ande e dei Caraibi. Conquistato da questo miscuglio di razze, di suoni e di lingue, che interpreta come artefici della creazione di un sentimento nuovo di Musica e di Letteratura, capace di segnare i destini del mondo occidentale e non solo. E, last but not least, l'Afro latino con il jazz, una bomba di suoni e di emozioni che per lui “non ha uguali”. Innamorato di ciò, spende voglia ed emozioni che spera di trasmettere.

Nonostante il pianista Dayramir Gonzalez non calchi molto i palcoscenici d’Italia, il suo arrivo ha richiamato numerosi appassionati di latin jazz o di musica cubana in genere al Roma Jazz Festival 2019. Non è uno dei minori, tanto per chiarirci, anzi rappresenta l’eccellenza di quella musica senza etichette che piace perché profuma di jazz, di […]

Leggi tutto

Moreno Stortini

nato a Bastia Umbra vive attualmente a Roma, funzionario pubblico, interessato da sempre alla musica e da essa condizionato nella vita e nelle scelte. Per lui la musica è poesia, amore per la bellezza, motore della propria vita. Negli anni ’70 il Rock, poi ascolta e legge di Jazz, infine l’America latina, dove vive per un breve periodo e poi frequenta, affascinato dalla musica, dalla storia e dallo studio delle civiltà precoloniali e delle radici africane, indelebili per i popoli delle Ande e dei Caraibi. Conquistato da questo miscuglio di razze, di suoni e di lingue, che interpreta come artefici della creazione di un sentimento nuovo di Musica e di Letteratura, capace di segnare i destini del mondo occidentale e non solo. E, last but not least, l'Afro latino con il jazz, una bomba di suoni e di emozioni che per lui “non ha uguali”. Innamorato di ciò, spende voglia ed emozioni che spera di trasmettere.

La celebre ed eterna Gracias a la Vida di Violeta Parra viene qui riarrangiata con aria da jazz da camera dal pianista Jason Yeager. Canta la greca Erini, alla batteria Mark Walker, al flicorno Milena Casado.

Leggi tutto

Moreno Stortini

nato a Bastia Umbra vive attualmente a Roma, funzionario pubblico, interessato da sempre alla musica e da essa condizionato nella vita e nelle scelte. Per lui la musica è poesia, amore per la bellezza, motore della propria vita. Negli anni ’70 il Rock, poi ascolta e legge di Jazz, infine l’America latina, dove vive per un breve periodo e poi frequenta, affascinato dalla musica, dalla storia e dallo studio delle civiltà precoloniali e delle radici africane, indelebili per i popoli delle Ande e dei Caraibi. Conquistato da questo miscuglio di razze, di suoni e di lingue, che interpreta come artefici della creazione di un sentimento nuovo di Musica e di Letteratura, capace di segnare i destini del mondo occidentale e non solo. E, last but not least, l'Afro latino con il jazz, una bomba di suoni e di emozioni che per lui “non ha uguali”. Innamorato di ciò, spende voglia ed emozioni che spera di trasmettere.

È il 1958 e Luis Malle dirige “Ascensore per il Patibolo” interpretato dalla affascinante Jeanne Moreau e descritto dalla tromba di Miles Davis. Davis costruisce d’istinto atmosfere notturne, nebbiose, attutite. La sua tromba sembra esitare prima di distendere lunghe frasi tra silenzi e riflessioni.

Leggi tutto
Gianluca Giura

Gianluca Giura

Innamorato di Marilyn Monroe, Bob Marley, Fabrizio De André, della Roma e di Francesco Totti. Avvocato con un Master in Giurista d’Impresa, presta il suo tempo come funzionario pubblico. Incapace di risolvere qualsiasi problema si è dato alla compilazione di liste della spesa “copia e incolla” e canzoni di 4° ordine di cui qualche volta ama vantarsi.
Gianluca Giura

Latest posts by Gianluca Giura (see all)

La capacità di Jerome Richardson di suonare straordinariamente tutti gli strumenti nella famiglia di ance/fiati lo ha tenuto in auge, in studio e sui palchi per mezzo secolo. Un sessionman di prima chiamata a New York e Hollywood. Il lavoro di Richardson su sassofoni e flauti ha letteralmente migliorato migliaia di sessioni di registrazione. Sempre […]

Leggi tutto

Moreno Stortini

nato a Bastia Umbra vive attualmente a Roma, funzionario pubblico, interessato da sempre alla musica e da essa condizionato nella vita e nelle scelte. Per lui la musica è poesia, amore per la bellezza, motore della propria vita. Negli anni ’70 il Rock, poi ascolta e legge di Jazz, infine l’America latina, dove vive per un breve periodo e poi frequenta, affascinato dalla musica, dalla storia e dallo studio delle civiltà precoloniali e delle radici africane, indelebili per i popoli delle Ande e dei Caraibi. Conquistato da questo miscuglio di razze, di suoni e di lingue, che interpreta come artefici della creazione di un sentimento nuovo di Musica e di Letteratura, capace di segnare i destini del mondo occidentale e non solo. E, last but not least, l'Afro latino con il jazz, una bomba di suoni e di emozioni che per lui “non ha uguali”. Innamorato di ciò, spende voglia ed emozioni che spera di trasmettere.

A marzo del 1955 Lennie Tristano riceve la telefonata con cui Dizzy Gillespie lo informava della morte di Charlie Parker a soli 34 anni. “Naturalmente stetti molto male”, dirà poi Tristano, “ero solo nel mio studio e feci una cosa che raramente faccio, mi sedetti al piano e suonai il blues. Quelle note divennero poi […]

Leggi tutto

Moreno Stortini

nato a Bastia Umbra vive attualmente a Roma, funzionario pubblico, interessato da sempre alla musica e da essa condizionato nella vita e nelle scelte. Per lui la musica è poesia, amore per la bellezza, motore della propria vita. Negli anni ’70 il Rock, poi ascolta e legge di Jazz, infine l’America latina, dove vive per un breve periodo e poi frequenta, affascinato dalla musica, dalla storia e dallo studio delle civiltà precoloniali e delle radici africane, indelebili per i popoli delle Ande e dei Caraibi. Conquistato da questo miscuglio di razze, di suoni e di lingue, che interpreta come artefici della creazione di un sentimento nuovo di Musica e di Letteratura, capace di segnare i destini del mondo occidentale e non solo. E, last but not least, l'Afro latino con il jazz, una bomba di suoni e di emozioni che per lui “non ha uguali”. Innamorato di ciò, spende voglia ed emozioni che spera di trasmettere.

Chezidek, l’Herbalist, il cantante rastafariano da St.Anna’s Bay, Giamaica. Si rivelò nel 2002 con il suo primo album HARVEST TIME, e con la sua voce unica e le sue melodie, insieme a testi a tema culturale, spirituale e politico è entrato nei cuori dei suoi fan, in Giamaica e nel mondo intero.

Leggi tutto
25 visitatori online
1 ospiti, 24 bots, 0 membri
Numero max di visitatori odierni: 61 alle 08:41 am
Mese in corso: 118 alle 12-01-2019 08:59 am
Anno in corso: 123 alle 11-30-2019 08:36 pm
Complessivo: 194 alle 10-19-2018 06:25 am