La Bossa nova, dalla parola bossa, che significa dono, talento, inizia nel 1958 con Desafinado, di Jobim, e Chega De Saudade, di Jobim e Vinicius De Moraes, registrati dal cantante Joao Gilberto. Anche la colonna sonora del film Orfeo Negro contribuisce al successo del nuovo ritmo. Questa musica, che fa confluire la samba nel jazz, sarà adottata da innumerevoli jazzisti e Desafinado, Chega De Saudade e altre bosse come O Barquinho di Roberto Menescal, o Garota de Ipanema e Corcovado di Jobim diventeranno parte integrante del vocabolario jazz. Nella bossa nova la voce sussurra (si parla di canto falado), il ritmo è affabile, quasi indolente, i testi, spesso, poetici.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail