“Ricordo bene il concerto che tenni al San Carlo esattamente sei anni fa. Come tutti sanno sono piuttosto esigente durante le performance. Il pubblico giapponese è il più tranquillo, quello americano ha imparato a non tossire, ma quello napoletano li ha superati tutti: silenzio assoluto in sala, non si sentiva volare una mosca anche quando suonavo pianissimo, salvo poi esplodere alla fine in un entusiasmo tipicamente partenopeo. Sa che per un certo periodo ho vagheggiato di trasferirmi in Italia? Ma alla fine sono uno stanziale, vivo nella stessa casa di Warren County, nel New Jersey, da 44 anni “. Da un’intervista a Keith Jarrett.
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail