Categoria: JAZZ

nato a Bastia Umbra vive attualmente a Roma, funzionario pubblico, interessato da sempre alla musica e da essa condizionato nella vita e nelle scelte. Per lui la musica è poesia, amore per la bellezza, motore della propria vita. Negli anni ’70 il Rock, poi ascolta e legge di Jazz, infine l’America latina, dove vive per un breve periodo e poi frequenta, affascinato dalla musica, dalla storia e dallo studio delle civiltà precoloniali e delle radici africane, indelebili per i popoli delle Ande e dei Caraibi. Conquistato da questo miscuglio di razze, di suoni e di lingue, che interpreta come artefici della creazione di un sentimento nuovo di Musica e di Letteratura, capace di segnare i destini del mondo occidentale e non solo. E, last but not least, l'Afro latino con il jazz, una bomba di suoni e di emozioni che per lui “non ha uguali”. Innamorato di ciò, spende voglia ed emozioni che spera di trasmettere.
Latest posts by Moreno Stortini (see all)

Monk aleggia sulla finestratra i narcisi e le calendule.Assaporo l’aria notturnadella primavera, eha il sapore di una fresca boccata diHackensack.I ricordi di qualcuno che ho perso e amatomi strangola delicatamente,togliendomi l’ossigenoma qui, quando il presagio del silenzioviene spazzato via dalla brezza distraight, no chaser,il mondo fuori dalla finestraapre le sua bracciaper accogliermi,e la sua brutta […]

Leggi tutto
Innamorato di Marilyn Monroe, Bob Marley, Fabrizio De André, della Roma e di Francesco Totti. Avvocato con un Master in Giurista d’Impresa, presta il suo tempo come funzionario pubblico. Incapace di risolvere qualsiasi problema si è dato alla compilazione di liste della spesa “copia e incolla” e canzoni di 4° ordine di cui qualche volta ama vantarsi.
Gianluca Giura
Latest posts by Gianluca Giura (see all)

Miles Davis: The Lost Septet di Jerry Ewing (fonte www.loudersound.com ) Le registrazioni dal vivo del 1971 in Austria catturano Davis nel bel mezzo della sua fase rock L’album live del 1971, Miles Davis: The Lost Septet viene pubblicato per la prima volta da Sleepy Night Records su CD e digitale. L’album costituisce la seconda parte di […]

Leggi tutto
nato a Bastia Umbra vive attualmente a Roma, funzionario pubblico, interessato da sempre alla musica e da essa condizionato nella vita e nelle scelte. Per lui la musica è poesia, amore per la bellezza, motore della propria vita. Negli anni ’70 il Rock, poi ascolta e legge di Jazz, infine l’America latina, dove vive per un breve periodo e poi frequenta, affascinato dalla musica, dalla storia e dallo studio delle civiltà precoloniali e delle radici africane, indelebili per i popoli delle Ande e dei Caraibi. Conquistato da questo miscuglio di razze, di suoni e di lingue, che interpreta come artefici della creazione di un sentimento nuovo di Musica e di Letteratura, capace di segnare i destini del mondo occidentale e non solo. E, last but not least, l'Afro latino con il jazz, una bomba di suoni e di emozioni che per lui “non ha uguali”. Innamorato di ciò, spende voglia ed emozioni che spera di trasmettere.
Latest posts by Moreno Stortini (see all)

Puoi anche non aver mai sentito parlare di Roy Haynes, ma certamente lo hai sentito suonare. In 60 anni di carriera come batterista Haynes (nato il  13 marzo 1925) è apparso in circa seicento registrazioni. Con  Charlie Parker e Dizzy Gillespie nel 1951 nell’eccitante “Night in Tunisia, con Roy scoppiettante sui tamburi. Con Sarah Vaughan […]

Leggi tutto
nato a Bastia Umbra vive attualmente a Roma, funzionario pubblico, interessato da sempre alla musica e da essa condizionato nella vita e nelle scelte. Per lui la musica è poesia, amore per la bellezza, motore della propria vita. Negli anni ’70 il Rock, poi ascolta e legge di Jazz, infine l’America latina, dove vive per un breve periodo e poi frequenta, affascinato dalla musica, dalla storia e dallo studio delle civiltà precoloniali e delle radici africane, indelebili per i popoli delle Ande e dei Caraibi. Conquistato da questo miscuglio di razze, di suoni e di lingue, che interpreta come artefici della creazione di un sentimento nuovo di Musica e di Letteratura, capace di segnare i destini del mondo occidentale e non solo. E, last but not least, l'Afro latino con il jazz, una bomba di suoni e di emozioni che per lui “non ha uguali”. Innamorato di ciò, spende voglia ed emozioni che spera di trasmettere.
Latest posts by Moreno Stortini (see all)

I called Him Morgan è il film documentario del 2016 diretto dallo svedese Kasper Collin che racconta la storia tra il trombettista Lee Morgan e Helen Morgan, che prima lo salvò da una vita triste e, più tardi. fu responsabile della sua morte, a soli 33 anni. Il film è stato proiettato nel 2016 alla […]

Leggi tutto
nato a Bastia Umbra vive attualmente a Roma, funzionario pubblico, interessato da sempre alla musica e da essa condizionato nella vita e nelle scelte. Per lui la musica è poesia, amore per la bellezza, motore della propria vita. Negli anni ’70 il Rock, poi ascolta e legge di Jazz, infine l’America latina, dove vive per un breve periodo e poi frequenta, affascinato dalla musica, dalla storia e dallo studio delle civiltà precoloniali e delle radici africane, indelebili per i popoli delle Ande e dei Caraibi. Conquistato da questo miscuglio di razze, di suoni e di lingue, che interpreta come artefici della creazione di un sentimento nuovo di Musica e di Letteratura, capace di segnare i destini del mondo occidentale e non solo. E, last but not least, l'Afro latino con il jazz, una bomba di suoni e di emozioni che per lui “non ha uguali”. Innamorato di ciò, spende voglia ed emozioni che spera di trasmettere.
Latest posts by Moreno Stortini (see all)

Perché i musicisti jazz chiudono gli occhi? Perché suonano con gli occhi chiusi anche se hanno le palpebre aperte? I musicisti jazz non appartengono alla stessa specie degli altri uomini. Sono solo ombre, sagome colorate senza nome né famiglia. Poveri musicisti, i musicisti jazz sempre sono poveri. Sono da compatire. Tutti sappiamo che non si […]

Leggi tutto
nato a Bastia Umbra vive attualmente a Roma, funzionario pubblico, interessato da sempre alla musica e da essa condizionato nella vita e nelle scelte. Per lui la musica è poesia, amore per la bellezza, motore della propria vita. Negli anni ’70 il Rock, poi ascolta e legge di Jazz, infine l’America latina, dove vive per un breve periodo e poi frequenta, affascinato dalla musica, dalla storia e dallo studio delle civiltà precoloniali e delle radici africane, indelebili per i popoli delle Ande e dei Caraibi. Conquistato da questo miscuglio di razze, di suoni e di lingue, che interpreta come artefici della creazione di un sentimento nuovo di Musica e di Letteratura, capace di segnare i destini del mondo occidentale e non solo. E, last but not least, l'Afro latino con il jazz, una bomba di suoni e di emozioni che per lui “non ha uguali”. Innamorato di ciò, spende voglia ed emozioni che spera di trasmettere.
Latest posts by Moreno Stortini (see all)

Semplice e fresca come Bob Frisell sa fare. Alla voce Pedra Haden.

Leggi tutto
10 visitatori online
0 ospiti, 10 bots, 0 membri
Numero max di visitatori odierni: 38 alle 06:11 pm
Mese in corso: 110 alle 08-05-2020 06:01 pm
Anno in corso: 200 alle 03-12-2020 07:38 pm
Complessivo: 200 alle 03-12-2020 07:38 pm